Cuglieri, rinascere dopo il fuoco

Siamo colpiti, increduli, abbattuti e demoralizzati. Siamo anneriti dalla fuliggine. Abbiamo assistito alla distruzione di attività, alla morte di animali;stiamo piangendo case, stalle, magazzini e i nostri bellissimi paesaggi.
Ma abbiamo lottato, ci siamo difesi e la nostra comunità ha retto; il nostro spirito di solidarietà, la nostra hanno avuto la meglio. Ci batteremo. Ci risolleveremo presto.

L’unione, si dice, fa la forza. Ed è vero. I nostri valori ci hanno sostenuto.
Lotteremo sempre. Lo dobbiamo alla nostra a terra e a coloro che ci succederanno.
Forza Cuglieri, forza Montiferru, forza Sardegna.

Exegi Monumentum Aere Perennius è una frase di Orazio: “ho eretto un monumento più duraturo del bronzo”. Mette in luce il desiderio di potenza e l’aspirazione all’eternità ma anche la condizione di fragilità e il destino di caducità insiti nella natura umana e nelle sue vicende. Questa scultura di Anne e Patrick Poirier  ci fa pensare al nostro monumento, al nostro olivastro millenario di Tanca Manna che è stato distrutto dal fuoco ma è ancora li, ad aspirare all’eternità. Non morirà, avrà certamente tanto sofferto, ma come la nostra comunità si risolleverà.

Exegi Monumentum Aere Perennius, Museo Pecci a Prato

Il filmato che abbiamo commissionato a Ottavio Mura a novembre dell’anno scorso lo avremmo dovuto utilizzare per promuovere il nostro territorio e la nostra antica tradizione della produzione di olio, come continueremo a fare. Le nostra attività ricominceranno presto a pulsare, il nostro bel territorio ad essere visitato.

Articolo precedenteCuglieri, il mare
Articolo successivoSpiagge per tutti con le carrozzine Job